da Tony Bennett, Duets II, Columbia, 2011

In questo brano il decano dei crooner duetta con la nuova regina della disco-music. Per il cantante italoamericano (all’anagrafe Anthony Dominick Benedetto) nato nel 1926 a New York è un incontro non isolato, perché due anni dopo registrerà un intero album con la sexy vocalis, anche lei dalla Grande Mela e di origini tricolori (vero nome Stefani Joanne Angelina Germanotta), ma di quarant’anni più giovani. Entrambi si mostrano aperti, nuovi, intelligenti, proprio nel compenetrarsi l’un l’altra musicalmente senza tradire l’assunto originario, che resta quello di omaggiare un grande cantante jazz. Nel disco Tony canta assieme a svariati (se non eterogenei) esponenti del vocalismo americano non solo jazz come Natalie Cole e Norah Jones, ma anche swing (Michael Bublé), new soul (Amy Winehouse), soul (Aretha Franklyn), pop (Mariah Carey), country (Willie Nelson), alt country (Kd Lang), rock (Sheryl Crow), rap (Queen Latifah), latin (Alejandro Sainz), lirici (Andrea Bocelli).