Esistono moltissime registrazioni di Satchmo tra il 1923 e il 1970, ma i pezzi incisi con i suoi Hot Five e Hot Seven (‘caldi’ Cinque e Sette, perché hot, cioè caldo è il jazz) nella seconda metà dei Venti sono pietre miliari in qualsiasi raccolta o dizionario jazz che si rispetti e anche oggi, su CD, non perdono niente del fascino e della potenza di novant’anni fa sul pubblico d’allora. Basta ascoltare West End Blues per gridare subito al capolavoro!!! Con il trombettista/cantante, fra gli altri, suonano eccezionali solisti da Kid Ory (trombone) a Johnny Dodds (clarinetto) da Earl Hines (piano) alla moglie Lil Hardin (anch’essa pianista e arrangiatrice). Con gli assolo del leader però il jazz diventa adulto e moderno, grande arte per l’abilità a giostrare i fraseggi più semplici, fra temerarie improvvisazioni e sound declamatorio.