“E tu quale sceglierai?”. La domanda in evidenza sulla copertina della nuovissima guida ai corsi chiama in causa tutti i corsisti che da poche settimane attingono al nostro sito, a Facebook e alle informazioni diffuse dallo staff di segreteria per compiere la scelta giusta. 150 le opzioni di studio che nutrono il programma Accademico 2017-2018, distribuite nei dieci dipartimenti in cui si esplica la didattica: Alimentazione; Arti Visive; Comunicazione Linguistica; Musica e Danza; Salute e Benessere; Scienza e Tecnologia; Scienze Storiche e Umane; Teorico e Pratico; Turismo.

Una selezione certosina di docenti e proposte, condotte personalmente dalla Presidente Paola Bernascone Cappi, ha permesso di condensare nel vademecum fresco di stampa, in modo intuitivo, tutte le informazioni utili. Sono sicuramente le novità a fare la differenza; sul suo vascello carico di sapere di diritto sono salpate grandi riconferme: i corsi di lingua di portata internazionale, con classi di spagnolo, inglese, tedesco, ma anche russo, cinese e giapponese in più livelli di apprendimento, ma anche corsi pratici di informatica, fotografia e chitarra. Ma non è solo con il  “deja vu” che si accontentano i gusti di un pubblico variegato, dopotutto per L’Università Popolare sovvertire i cliché è ormai una gradita sfida: così con “Abracadabra” si studierà il potere del linguaggio e la sua capacità di essere specchio del nostro stato d’animo. Come dire: mai mentire sulle nostre emozioni, la parola disvela più di quello che vorremmo! Siamo social, abbiamo bisogno di condividere ed esternare ma a volte serve un’etichetta con cui rendere il nostro approccio col mondo esterno più professionale con “Curare la propria comunicazione dal Cv ai social” si riceveranno i rudimenti per migliorare la nostra immagine.

Unipop 2017-18 riscopre il potere benefico delle danze popolari che, indipendente dal contesto, sia esso Balcanico, Est Europeo,  Mediterraneo, Scozzese, Irlandese favoriscono la socializzazione e soprattutto avvicinano alla motorietà in modo naturale. A completare il ricco menù, arriva il corso di Grafologia per analizzare le tracce da cui si evince la nostra personalità e tutte le potenzialità usabili in ambito lavorativo. Le iscrizioni chiuderanno martedì 24 ottobre. Se non esiste un’età giusta per lo studio, si può sicuramente impegnarsi per una scelta giusta, affinché lo studio diventi un’esperienza piacevole come non lo è mai stata prima.