da Charlie Haden, The Best Of Quartet West, Verve, 2007

Il brano fa parte di un’antologia che raccoglie alcuni momenti significativi del gruppo fondato nel 1985 dal leader al contrabbasso assieme al compianto Billy Higgins (poi rimpiazzato da Larance Marable) alla batteria, a Ernie Watts ai sassofoni, ad Alan Broadbent alla batteria. Per Haden abituato al free nei gruppi di Ornette Coleman o nella propria Liberation Music Orchestra, il nuovo quartetto segna un ritorno all’ordine, con la ripresa di uno stile classico senza tempo e senza limiti, solo in parte riconducibile al mainstream per via di un approccio profondamente riflessivo nei confronti del passato jazzistico.