decorare

Anche l’occhio vuole la sua parte.
Impara l’arte con la decorazione di frutta e verdura.

Ogni volta che si invita un ospite a casa sorge il dilemma. Come stupirlo? Come dare un tocco di colore e originalità alla tavola? Anche l’occhio vuole la sua parte! Appare dunque prioritario assecondare le pupille prima delle papille ma per non cadere nel banale bisogna superare le soluzioni obsolete come il centro tavola al punto croce o le posate colorate. Ingegnarsi a partire da quello che offre il frigo è il proposito del corso di Decorare con frutta e verdura che prende spunto proprio da vitamine e sali minerali per un miracolo creativo. Fin dai tempi antichi frutta e verdura si sono rivelati gli ingredienti prediletti, per la loro bellezza e grazia, con cui intercedere presso le divinità, in seguito sono serviti per decorare le mense e farle apparire agli occhi del prossimo più ricche e interessanti. In primis i romani hanno ereditato l’arte della decorazione a tavola, diventata successivamente motivo di ispirazione per grandi pittori tra cui Caravaggio. Ma come mettere insieme frutta e verdura? Quali segreti per intagliarne la polpa senza far annerire la buccia?. In cattedra sale un’esperta di questa disciplina, la vercellese Nicoletta Storchio per “Decorare con frutta e verdura”. Previsti due incontri a partire da mercoledì 13 aprile, dalle 18.30 alle 20.30. Il programma prevede illustrazione di attrezzatura e supporti di base, scelta di vasi e contenitori insoliti. Si passa poi alla modellazione dei prodotti che più si prestano, per forma e colori, all’intaglio, considerando contrasti e armonie ma soprattutto sfondi e ambientazioni. Donne  fatevi un piccolo regalo. Un mini corso non impegnativo per imparare i segreti di una tavola da 10 e lode. Informazioni e iscrizioni fin da subito disponibili in segreteria, in via Attone Vescovo 4.